Avellino-Pisa 2-3: al Partenio Pagliari eguaglia il record di vittorie consecutive

di Andrea Chiavacci
articolo letto 687 volte
Dino Pagliari
Dino Pagliari

Il 12 maggio 2013 l'Avellino è già in B e il Pisa è sicuro dei playoff, ma la vittoria al Partenio per 3-2 consente ai ragazzotti di Pagliari di eguagliare il record di sei vittorie di fila ottenute con il compianto mister Corrado Benedetti nella stagione 2001-2002, per quanto riguarda campionati di serie C o prima Divisione. Inoltre arriva la consapevolezza  di poter giocare un gran playoff. Pagliari da spazio alle riserve e riesce a far giocare almeno un minuto a tutti i giocatori della rosa. Sfortunato il portiere Adornato che entra e subisce il 3-2 di Castaldo.

Pugliesi para, Tulli superstar. L'Avellino parte bene: al 4' Pugliesi, titolare al posto di Sepe,  si salva d'istinto sul colpo di testa ravvicinato di Bittante. Al minuto 8 bel tiro al volo di Angiuli, Pugliesi osserva la palla uscire alla sua sinistra. Il Pisa inizia a carburare e dopo un paio di spunti di Tulli, al 14' Lucarelli manca la deviazione di testa davanti al portiere su cross di Pedrelli da sinistra. Al 23' Lucarelli va via sulla destra e centra per Perez che  buca la sfera ma arriva Tulli che al volo sfiora il palo dal limite dell'area. Il Pisa gioca meglio e passa meritatamente al 41': dopo lunga azione manovrata, Favasuli apre per Tulli, gran destro a girare imparabile per Leonardi sul secondo palo. Per Giacomo Tulli è una giornata in cui conferma le sue ottime doti tecniche per la categoria, purtroppo non accompagnate dalla continuità di rendimento, con questo gol e tanti suggerimenti preziosi. 

​Perez e Favasuli la chiudono. Nella ripresa Pagliari fa esordire il centrocampista della Berretti Brillanti al posto di Barberis. L'Avellino vuole festeggiare come si deve la B e scende in campo deciso a pareggiare: Al 7' Pugliesi alza sopra la traversa un gran tiro di Massimo; all'11' il portiere pisano non può nulla sul colpo di testa di Zigoni che girava in rete un perfetto cross da destra dell'ottimo Bariti. Il Pisa però non si faceva schiacciare e tornava avanti al minuto 20: Tulli avvia l'azione e apre a destra per Lucarelli che incrocia perfettamente dal lato opposto con Perez, il brindisino attende l'uscita del portiere e con un tocco sotto misura segna la sua settima rete stagionale. Al 33' il portiere Orlandi mette giù Lucarelli e per l'arbitro Adducci è rigore. Dagli undici metri capitan Favasuli è come sempre glaciale e mette a segno l'undicesima rete stagionale, con 10 su 10 dal dischetto. Pagliari fa uscire uno stanco Rozzio, positiva la sua prova, per Suagher e poi fa entrare Adornato al posto di Pugliesi; stabilendo così il record di aver fatto giocare almeno un minuto a tutti i componenti della rosa. Per sua sfortuna un record lo batte anche Adornato: al secondo dei 4 minuti di recupero Castaldo segna con un bel colpo di testa il 3-2 finale, approfittando dell'unica incertezza della difesa nerazzurra.  Alla fine però è festa per tutti, anche se un mese dopo i nerazzurri saranno beffati dal Latina.

 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI