Le gare storiche dei nerazzurri: Paganese - Pisa 1978-79

di Nicolò Gambassi
articolo letto 2433 volte
Pisa 1978-79
Pisa 1978-79

9 GIUGNO 1979. Al primo anno Romeo Anconetani fa subito centro e conquista con i nerazzurri la serie cadetta grazie alla vittoria di misura in quel di Pagani con rete decisiva di Giorgio Barbana, autore in quella stagione da ricordare di ben 15 reti in 31 gare.

 

L'estate del 1978 è un estate calda per il popolo di fede pisana. Romeo Anconetani rileva il club dal Presidente Rota e fa subito capire di che pasta è fatto alternando ben 4 allenatori (Vitali, Mariani, Seghedoni e infine Meciani), per raggiungere la promozione in serie B che mancava a Pisa dalla stagione 1970-71. Nonostante le insidie legate alle tante trasferte al sud i nerazzurri potranno contare sulla coppia Barbana-Di Prete che sono autori di 22 reti sulle 34 in totale realizzate in stagione.

L'inizio dei nerazzurri è convincente e con Giampiero Vitali in panchina il Pisa si toglie lo sfizio di vincere il derby con la Lucchese alla 7° giornata grazie alla tripletta di Barbana. Vitali pagherà però a caro prezzo il primo mezzo passo falso della stagione (1-1 casalingo contro il Benevento) che gli costerà l'esonero. Per una sola domenica lo sostituirà l'allenatore della Berretti, Giampiero Mariani che sfrutterà appieno l'occasione per vincere il derby col Livorno all'"Ardenza" (0-1 rete di Barbana con migliaia di pisani sugli spalti). Sulla panchina nerazzurra viene chiamato Gianni Seghedoni e la squadra comincia a ingranare anche fuori casa permettendo così al Pisa di laurearsi campione d'inverno. A Seghedoni saranno però fatali le due sconfitte consecutive con Benevento e soprattutto in casa contro il Livorno.

Anconetani decide così di promuovere il secondo di Seghedoni, Meciani, alla guida della squadra nerazzurra che debutta con una convincente vittoria esterna al “Granillo” contro la Reggina (0-1 rete di Di Prete).

A due giornate dal termine la classifica dice: Catania 41, Pisa e Matera 40 con i rossoazzurri che dovranno giocare la penultima proprio all'Arena Garibaldi. Sarà proprio il pubblico di fede rossocrociata (circa 25.000 sugli splati) a spingere Cannata e compagni alla vittoria con rete decisiva di Quarella a dieci minuti dal termine.

Basterà così vincere sul campo della Paganese ormai retrocessa per dare il via alla festa per il ritorno in serie B. Tremila pisani raggiunsero la città campana con ogni mezzo per spingere i nerazzurri al successo.

La vittoria fu una formalità e si materializzò grazie alla rete del solito Barbana al 63' e al triplice fischio del sig. Colasanti di Roma fu grande la gioia dei tifosi presenti nel settore ospiti dello stadio di Pagani e di quelli rimasti in città: Romeo aveva mantenuto le promesse di riportare il Pisa nel calcio che conta e questo primo successo fu in realtà il primo passo per i tempi d'oro di un Pisa forse irripetibile.

 

IL TABELLINO:

 

Paganese: Sorrentino, Tarallo, Leccese, Lomonte, Nicolucci, Agresti, Patalano, Di Gialmo, Grassi, Abbondanza, Ceravolo (62' Smilovich). All.: Rambone

 

Pisa: Ciappi, Rapalini, Bencini, Croci, Miele, Dariol, Barbana, Capon (86' Minozzi), Di Prete, Cannata, Quarella. All.: Meciani

 

Arbitro: Colasanti di Roma

 

Rete: 63' Barbana  


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy