Scarafoni firma l'ultimo successo al Del Duca

di Andrea Chiavacci
articolo letto 450 volte
Il Pisa 1992-93
Il Pisa 1992-93

Con il classico gol dell'ex Lorenzo Scarafoni firma il definitivo 2-1 dei nerazzurri di Vincenzo Montefusco sul campo dell'Ascoli nel campionato di Serie B 1992-93. Per Scarafoni fu la prima rete stagionale in una squadra che per certi versi ricorda quella attuale, almeno in parte, visto che segnava poco ma aveva una difesa di ferro. Quel successo vale il momentaneo aggancio al terzo posto proprio ai danni dei marchigiani e del Venezia, poi però i nerazzurri continueranno a far bene in trasferta ma falliranno all'Arena le chance per restare nelle posizioni di vertice.


​la sblocca Rocco.  Il 25 ottobre del 1992 al Del Duca non c'è il pubblico delle grandissime occasioni, 7.500 paganti, e gli anni 80 sembrano lontani per i grandi presidenti Rozzi e Anconetani. Ascoli e Pisa sono comunque due buone squadre e puntano entrambe al ritorno in Serie A. Il Pisa fino a quel momento ha perso solo a Cremona e ha subito appena due reti ma non carbura davanti. Scarafoni, 13 reti la stagione precedente, è ancora a secco e Mannari non ha certo i numeri di Marco ferrante passato al Napoli. Contro l'Ascoli Montefusco conferma titolare Polidori al fianco di Scarafoni davanti ma la chiave del match è a centrocampo dove Cristallini e Rocco  hanno il sopravvento su una mediana di tutto rispetto che ha in Pedro Troglio il suo miglior elemento. Dopo un avvio sofferto il Pisa cresce con il passare dei minuti e proprio Pasquale Rocco al 32' segna con un sinistro al volo su lancio di Scarafoni con velo decisivo di Polidori che inganna Pascucci. In chiusura di tempo l'arbitro Sguizzato concede un rigore all'Ascoli per fallo dubbio di Fiorentini su Troglio. Dal dischetto lo specialista Zanoncelli trafigge l'altro specialista Berti, che aveva già parato tre rigori in quell'avvio di stagione tra Coppa Italia e campionato.

​La dura legge dell'ex.  Il Pisa non si demoralizza e nella ripresa riparte all'attacco. Al 58' Cristallini ha un'intuizione geniale e con un lancio lungo vede lo scatto di Scarafoni che aggancia in posizione defilata e incrocia dalla parte opposta beffando  l'ottimo Lorieri. E' il primo gol in campionato ed è il classico gol dell'ex per Scarafoni, ascolano doc e cresciuto nella squadra bianconera, che giustamente esulta facendo esplodere tutta la rabbia dopo il lungo digiuno e un pizzico di sana rivalsa contro chi non ha creduto fino in fondo nelle sue qualità. L'Ascoli attacca ma il Pisa controlla e in contropiede sfiora anche il terzo gol con Chamot che coglie una traversa clamorosa e Mannari che entra a un minuto dalla fine ed ha il tempo di divorarsi un gol fatto. Vittoria strameritata ottenuta grazie a una gara di grande qualità e con una carica agonistica pazzesca, come scrive Fabio Demi su Il Tirreno del 26 ottobre 1992, e alla spinta incredibile di un giocatore di categoria superiore come Josè Chamot. Una curiosità: L'ultima vittoria prima di questa era stata firmata da un altro ex, ovvero Giuseppe Incocciati nella stagione 1988-89 con un gran tiro da lontano.



Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI