Stagione 2003-2004: Novara-Pisa 0-1. Bonfiglio firma l'ultimo blitz in Piemonte

di Andrea Chiavacci
articolo letto 628 volte
Il Pisa 2003-2004
Il Pisa 2003-2004

L'ultima vittoria del Pisa al Silvio Piola di Novara è datata 4 aprile 2004. Un sinistro di Mario Bonfiglio regala tre punti d'oro alla squadra di Antonio Cabrini che si rilancia nella corsa playoff.

Serie positiva. La stagione 2003-2004 doveva essere quella del rilancio dopo la cocente delusione della sconfitta di Bergamo nella finale play-off contro l'AlbinoLeffe.  Invece i nerazzurri arrancano malgrado gli investimenti fatti da Maurizio Mian e dalla madre Gabriella Gentili il Pisa. Arriva anche un punto di penalizzazione per il tentato illecito alla vigilia della gara di Bergamo e l'8 febbraio 2004 la sconfitta con il Lumezzane costa la panchina a Gianni Simonelli. Il Pisa punta su un campione del Mondo che però da allenatore non ha messo in mostra le grandi qualità di quando scendeva sulla fascia con la maglia della Juventus e della nazionale. Si riparte da Antonio Cabrini che con alcune semplici mosse rilancia il Pisa. Prima di Novara arrivano 6 risultati utili di fila, 4 vittorie e due pareggi, e rilancia soprattutto gli attaccanti Bonfiglio e Lorenzini con un giovanissimo Daniele Mannini in stato di grazia a danzare dietro le punte. Anche la difesa trova gli equilibri giusti e in 6 partite non subisce neppure un gol.

Successo pesante ma alla fine inutile. ​A Novara il Pisa si gioca molte chance per rientrare nel giro che conta. Quasi mille tifosi arrivano in Piemonte per sostenere la squadra. Cabrini ha messo da parte il bomber ciccio Ambrosi e si affida di nuovo a Bonfiglio e Lorenzini. In difesa ha rilanciato il terzino desttro Bonadei mentre i centrali Melucci e Bettini sono tornati in buone condizioni, così come Ciro Capuano. La fantasia oltre che da Mannini è garantita dal talento a intermittenza di Jimmy Fialdini.  La gara è equilibrata e il Pisa, in maglia bianca,  colpisce a un minuto dalla fine del primo tempo: palla sul sinistro di Bonfiglio che calcia di potenza e non lascia scampo all'ex portiere nerazzurro Bini, meteora nella stagione 2000-2001.Nella ripresa il Pisa va vicino al raddoppio ma corre anche qualche rischio. Entra Furiani per Masolini che da maggiore solidità alla mediana e infine c'è spazio anche per Ambrosi che gioca gli 8 minuti finali al posto di Bonfiglio.  Il Pisa contiene i tentativi del Novara e porta a casa tre punti d'oro e il settimo risultato utile di fila. Arriverà un altro successo contro il Pavia , poi la corsa playoff si ferma con il doppio palo proprio di Bonfiglio contro il Cesena e con la sconfitta a La Spezia del 25 aprile. La beffa finale è la restituzione del punto di penalità a campionato finito.



Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI