Pisa, il valore di una squadra in prestito

di La Redazione
articolo letto 2031 volte
Roberto Zammarini
Roberto Zammarini

Tanti giocatori ceduti in prestito di modo da poter giocare con maggiore continuità e tornare in nerazzurro con un valore maggiore, non solo economico ma anche di esperienza e qualità. Il Pisa ha tanti elementi di proprietà che militano in altre formazioni e che terminata la stagione faranno ritorno in nerazzurro.

E' il caso ad esempio del portiere Daniele Cardelli (classe 1995) che dopo le ultime presenze da titolare in Serie B rinnovò il contratto e sembrava il titolare prescelto per questa stagione ma poi qualcosa non andò secondo i programmi ed il calciatore ha militato nella Casertana con cui ha collezionato 19 presenze (subendo 19 reti). Una colonia nerazzurra è invece a Pagani e sarà impegnata nei play-out (contro il Fondi). Si tratta di Luigi Cuppone (1997) che in Campania ha giocato 9 gare realizzando 3 reti, lo stesso numero di gol firmati da Iacopo Cernigoi (1995) in 14 partite. Con loro c'è anche il centrocampista Federico Nacci (1998) che a Pisa non era mai sceso in campo ma con la Paganese ha collezionato 11 presenze. In azzurro-stellato anche il difensore Andrea Meroni (1997) acquistato dal Pisa a gennaio ma lasciato in prestito. Tornerà sicuramente valorizzato Roberto Zammarini (1996) autore di ben 5 gol in 16 presenze con il Pordenone, su di lui anche club di B ma il Pisa ci punta moltissimo. Esperienza formativa per Giulio Favale (1998) 12 presenze nel Gavorrano di Favarin con cui sarà impegnato nei play-out con il Cuneo. Dopo 2 mesi tra panchina e tribuna ha giocato 3 partite Diego Peralta che milita nell'Extremadura in Spagna. Non molto spazio nella primavera del Bologna per il centrocampista svedese Kevin Lidin (1999) che ha collezionato minuti sia nel Torneo di Viareggio che in campionato ma senza molta continuità. Difficilmente farà ritorno a Pisa invece Matteo Salvi (1999) ceduto in prestito all'Atalanta ma con diritto di riscatto che con tutta probabilità gli orobici eserciteranno dopo una buona stagione. Stesso destino anche per un "big" come Luca Verna (1993) che nella scorsa estate il Carpi (4 gol in 38 gare per il centrocampista abruzzese) ha acquistato con una cifra per il riscatto già stabilita che gli emiliani al termine del campionato eserciteranno.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy