Da Cosma a Piovanelli a Montalbano e Carrozza: i doppi ex di Pisa e Verona

di Nicolò Gambassi
articolo letto 485 volte
L. Piovanelli
L. Piovanelli

In attesa della gara tra Pisa e Verona andiamo a vedere quali sono i doppi ex dell'incontro.

Iniziamo da Nicola Ciotola, attuale calciatore della Casetana (girone C di Lega Pro) e che ha Pisa fu autore della rete del due a zero nella finale playoff contro il Monza che portò i nerazzurri in serie B. Arrivato a Pisa dal Giugliano nell'estate del 2006 Ciotola venne spesso impiegato da Braglia nella ripresa per scardinare le difese avversarie grazie alla sua imprevidibilità. Resta in Toscana anche in serie B con mister Ventura che lo impiega come riserva di Cerci e D'Anna: saranno 27 le presenze in questa stagione con 1 rete segnata e nel calciomercato estivo si accasa allora all'Avellino sempre in serie cadetta dove si ricorda per la doppietta che consente agli irpini di sconfiggere proprio il Pisa ormai allo sbando e che concluderà il campionato con la retrocessione e il fallimento. Proprio dopo l'esperienza di Avellino si accasa al Verona con cui resta solo la stagione 2009-10 con 2 reti in 31 gare prima di iniziare un lungo girovagare tra le maglie di Taranto, Juve Stabia, Como, L'Aquila e altre squadre di Lega Pro fino al ritorno a Caserta di questa stagione.

Altro doppio ex dell'incontro che fu compagno di Ciotola è Corrado Colombo che a Pisa è rimasto però solo 6 mesi: arrivato nel gennaio 2008 per fare da riserva a Castillo (o Kutuzov) giocherà 12 gare con 1 rete inutile nel ritorno della semifinale playoff contro il Lecce. Nella stagione successiva viene riconfermato e gioca (e segna) in un'altra sfortunata gara, quella di esordio contro il Grosseto che il Pisa perde 1-2 in casa, poi viene inspiegabilmente ceduto e al suo posto arriva Gasparetto negli ultimi giorni di calciomercato. Passa quindi al Bari prima di arrivaer proprio a Verona (2009-10) dove disputa 23 gare con 2 reti all'attivo. Attualmente è il capitano della Pistoiese in Lega Pro.

Quella di Pisa fu invece la prima esperienza nel grande calcio per Alessandro Carrozza, esterno offensivo classe '82 che dopo l'esperienza di Gallipoli con cui ottiene le promozioni dall'Eccellenza fino alla C1 passa al Pisa nell'estate 2007 restandovi fino a dicembre (15 gare giocate senza segnare) prima del ritorno in C1 al Taranto. Nel 2012 gioca a Verona in B dove disputerà solo 14 gare non venendo riconfermato nella stagione successiva dove si accasa allo Spezia.

Tornando indietro negli anni è stato tesserato con entrambe le casacche anche Beppe Cosma, ala mancina classe '40 e che ha avuto una duplice esperienza in nerazzurro. Dopo aver indossato le maglie di Padova e appunto Verona (1960-61, 33 presenze e 8 reti) arriva a Pisa dove resta 4 stagioni ottenendo anche una promozione in serie cadetta nel 1965. Nella prima stagione in B mette a segno 10 reti e passa così alla Fiorentina dove però trova poco spazio così dopo esser transitato da Vicenza fa ritorno a Pisa dove giocherà altre 4 stagioni, una in A due in B e una in C chiudendo la carriera nel 1972. In totale per lui oltre 150 gare con 38 reti segnate che ne fanno uno dei nerazurri più presenti di sempre. Stesso discorso vale per Lamberto Piovanelli, attaccante classe '64 e che ha trascinato il Pisa a due promozioni in massima serie, in particolare il suo gol di Cremona fu fondamentale per ottenere quella del 1987. Con 132 gare e 40 reti è stato uno dei più amati di sempre e solo il grave infortunio patito nel 1990 ha impedito che la sua cariera fosse ancora più importante. Al suo attivo ha anche una convocazione in nazionale. Con il Verona "Il Piova" gioca la stagione 1992-93 (4 reti segnate) e 1994-95, ultima nel calcio professionistico.

Vincenzo Montalbano: difensore centrale voluto fortemente da mister Domenicali per il primo Pisa targato Covarelli. Il difensore è reduce dall'esperienza di Gela ma trova grande fatica e dopo 5 gare viene accantonato concludendo la sua esperienza nerazzurra nel mese di dicembre. A Verona Montalbano gioca nella stagione 1994-95 con 15 gare giocate e 1 rete.

Altra meteora è stata Massimo Minetti, attaccante classe 1978 che arrivo in nerazzurro nel mercato di gennaio 2004 insieme a Masolini e Bono per cercare di risollevare le sorti della stagione dei nerazzurri. In realtà la sua annato si rivelerà deludente con appena 8 gare giocate senza reti. Con la casacca del Verona Minettti gioca invece da gennaio a giugno 2008con 11 presenze e 2 reti.

Tra gli altri doppi ex anche Domenico De Simone, Leandro Greco, Franco Ipsaro, Renato Lucchi, Giampiero Ventura e Alessandro Pane.


Guarda le foto sul profilo Instagram
Commenta le notizie sulla nostra pagina Facebook
Seguici su Twitter
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI