Aria fresca all'Arèna porta entusiasmo e punti

di Antonio Cassisa
articolo letto 2544 volte
Foto

A Pisa par d'esse' sulle montagne russe. Come uno iòiò si sale per aria e poi giù di 'orza a capofitto. Quando par d'ave' toccato ir punto più basso, chiòòò, si risale a manetta 'ome sull'arioprani vando deòllano. E proprio vando ti par d'esse' più arto delle nuvole, 'un fai a tempo a dì : vardavì com'è c'è bello vassù in cima, aaahhhh, ti 'òrpo giù a fittone còllo stomao che ti pigia sur gozzo.

Domenìa ir Pisa ha gioàto la prima di 'ampionato. Ir calendario diceva la sera alll'ottemmèzzo, subito d'acchìto. Le previsioni davano brutto e mentre s'era già lì a bubbolà, vai si 'omincia bene 'oll'acqua digià alla prima di 'ampionato, ir sole bello ritto per aria prendeva per ir culo tutti vèlli che ci danno le previsioni der tempo menuto per menuto. Ora voglio vede' come fa a piove' stasera con questo sole vì eh ?
Dopo una domenìa piena tra partite de' figlioli e ir viziaccio di mangia' e be' come si deve per 'un rischia' di mori' di fame, un'oretta prima dell'inizio, com'ar solito ci si presenta davanti ar baracchino dell'oddògghe. C'è pieno di gente e la Sinniora è contenta matta della fila per un panino e quarche birra. Anche per loro oggi l'incasso sarà discreto … approvà …. una tennents vattro euri, maremma berva, occosa c'è drento vèlla bottiglina verde lì ? Birra o benzina verde ??

Si sente aggìro vèr profumo fresco di pulito che si respira quando si stendono i panni a asciugà dopo avelli tirati fòri dalla lavatrice. Vèr profumino di lavanda che prende ir posto della canfora. Nell'aria c'è una voglia esagerata di vede' all'opera una squadra messa su in dù settimane. Da quer giorno di metà agosto vàndo Lucchesi finarmente riuscì a strappa' dalle mani der Battini strinte sur Pisa l'80 percento delle quote e di fatto scollandolo dalla portrona e chiappà le redini der gioo in mano. Ir nostro 25aprile. Da lì Lucchesi chiappava Gattuso e lo stioccava a ceccia in panchina, poi inviava a manda' via vèlli acerbi e prende' gioatori pescando fra quer ch'era rimasto in giro e formando una squadrina discreta con meno pretese di vèlla dell'anno scorzo. Già dalla serata della presentazione s'inviava a rendessi 'onto che ancora una vòrta alla gente di Pisa bastava davvero poo per esartassi, ma quer poo a quarchedùno pareva troppo forze perchè in tant'anni ancora 'un l'aveva 'apito. Fatto sta' che all'Arèna per saluta' i gioatori nòvi s'era in cinquemila in una serata da brividi per tutti. Per tutti, meno che uno … vèr sinniore che si presentò a fine serata convinto di chiappà l'apprausi e invece riscosse una scarìa di fisti belli sonori. Chissà chi è ir su' fidato consigliere. Dopo di lui, ciliegina sulla torta d'una serata emozionante, mancava solo che Marcone Guidi chiamasse sur prato anche Battini e poi la torta sarebbe stata a dù piani 'ome quelle per li sposi, ma in questo 'aso ir conszigliere der Battini dev'esse' stato più bravo di vèllo di vèll'artro signore che spesso gira 'olla fascia triòlore e le forbici in mano.
Da quella sera in poi è stato tutto un crescendo di esartazione, gente a abbonassi di 'orza; abbonamenti per mogli, figlioli, sòcere e gatti persiani; prenotazione biglietti, interviste, artiòli, gruppi nòvi, sciarpe, maglie, bandiere nòve di trinca e Gattuso còr frustino a fanni assaggià l'erba dell'Arèna a' gioatori che quest'anno seòndo lui la dovranno mangià ….. ora vollio vede' vando si gioerà a Pontedera che faccia faranno vando s'accorgeranno che l'erba è di prastìa !!
Stadio pieno per la prima in casa 'ontro ir Prato dell'amìo De Petrillo che, proprio come Raimondi in coppa, esordisce sulla panchina dei laniericinesi all'Arèna Garibaldi.
Io e Diego tutti bardati e colorati ci s'avvia com'ar solito verso la gradinata, France co' su' amici ormai va stabirmente in curva … “troppo bello in curva” … de 'un lo so ? Eh l'ho avuti anch'io vattordiciànni. Diego invece è contento matto perchè in Gradinata c'è ir nòvo gruppo che aveva già fatto capolino alla fine dell'anno scorzo. Tutti pigiati dreto lo striscione Gradinata1909 una bella macchia colorata di “giovani” over quarantenni contornati da giovani perdavvero, bimbe e bimbetti tutti entusiasti di poter cantare e rispondere ai cori della Curva. Nell'insieme tutto questo regala un colpo d'occhio incredibile alla squadra e al Mister. Chissà cosa pensa l'ex presidente seduto in tribuna. Chissà se si rende 'onto quanto entusiasmo aveva dilapidato e che cosa aveva fra le mani senza sapello …
Si 'omincia còr menuto di silenzio per il bimbo morto sulla spaggia la cui fotografia ha ingenerosamente fatto ir giro der mondo, “doveroso” per uno Stato in cui si rimedia agli errori senza agire ma raccogliendosi in compìti menuti di silenzio seguiti da apprausi commossi, ma soprattutto incazzati.
I gioàtori entrano in campo ma ancora c'è da inquadralli. C'è da impara' i nomi. Di noti c'è solo Rozzio in difesa còlla fascia da capitano, Mannini che anda e rianda per la terza vòrta torna a Pisa (e noi siamo solo 'ontenti di ritrovallo), Di Cuonzo, atteso al riscatto, proprio come Lisuzzo che però si accomoda alle panche ('un lo se ir soprannome Sindaò a Pisa ni 'onviene cambiallo … forze sì).

Vando l'albitro fistia l'inizio l'emozioni inviano a turbinà per aria e se devo mettevvi per iscritto vèllo che ho sentito provo a fallo 'osì, poi voi mi dite se v'è successo ancavvòi e soprattutto se c'avete 'apito varcheccòsa :
 

tanta gente 'olorata
sorrisi dappertutto
vàrche vèna bella in evidenza sur collo
bimbetti còlle sciarpe legate in vita
bandierone più peso di chi lo sbandiera
galle alle mani nascoste in tasca
nord esaurita
gradinata presente
tribuna piena di vippe e meno vippe
striscioni nuovi, cori nuovi
curva chiama
gradinata risponde
ci prova
è solo l'inizio
il primo goal
Verna esulta
l'Arèna esplode e grida il suo nome tre volte
La Curva in festa
pelle d'oca
Canto per Te Canto perchè Tu sei l'Amore più grande che c'è
boia com'è grosso vèll'arbanese … 'ome si chiama ? Cani ? Si dice Ciani ?
Boia … se 'un farà gò ner Pisa varche magistratura der gioo der ponte lo chiappa siùro
'un s'è mìa mai avuto un muflone grosso 'osi là davanti
ci garba già a tutti
o quer Ricci ? Bravo tiobòno (approposito, ma a quer fenomeno della Nazione che senza firmassi n'ha datto vattro in pagella cosa n'ha fatto ?)
Lupoli entra, tocca vattro palloni, fa tre passaggi, mette davanti alla porta i su 'ompagni
segna
ir su' nome è perfetto per esse' scandito Lu-Po-Li
mi s'arrizza di nuovo la pelle
ir Prato 'un ce la fa … boia, anche loro quarche bella berva in campo ce l'hanno eh ?
Ma qui 'un siamo ar tiro alla fune
segna ir Prato
oimmei manca dieci menuti e loro pigiano
stai a vede' eh ?
Stai bòno, toccati le palle
c'è uno còr un fistietto in bocca che c'ha spaccato l'orecchi (orte che 'oglioni)
sòna a tutta randa mentre ir Prato pigia
5 menuti di reùpero
l'Arèna spinge e canta
ir Pisa regge
è finita
la squadra saluta il pubblico, applausi per tutti.
La curva resta al suo posto e continua a cantare mentre lo stadio si svuota e anche dopo
meraviLLiosi

Buona La Prima, come diàno vèlli bravi.
Meglio di 'osì 'un si poteva invià. Una vittoria davanti a un pubblico che n'ha tanto bisogno. Un allenatore con grinta, carisma e che còr suo passato ha aperto l'occhi di quarchedùno che s'era scordato che a Pisa 'un c'è solo la torre. Un Presidente Direttore che sa ir fatto suo, che conosce, è conosciuto e stimato ner mondo der calcio. Una tifoseria che si rinnova, cresce, coinvolge i ragazzi, i settori dello stadio e sostiene la squadra come fosse l'amore più grande che c'è.

Adesso dobbiamo solo riabituarci a sentenze, rinvii, penalizzazioni e orari assurdi che ostacolano chi vuole seguire la squadra e poi tocca solo a loro. I ragazzi in campo.
Domenìa prossima 'un si gioa, vèlla dopo saremo anche di più.
Forza Ragazzi che chi ben comincia è a metà dell'opera ! … vabbè … c'avete ancora da mangià parecchia erba divì a Maggio eh ?

SempreForzaPisa


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI