I campionati si vincano a Marzo (dice)

di Antonio Cassisa
articolo letto 2016 volte
Foto

Diceva tempo fa uno che ci 'apisce che i campionati si vincano a Marzo, mentre un'antro subito dopo, sempre di vèlli 'e ci 'apiscano aggiunse che era siùro d'arriva' primo. Oggi è ir sei marzo e la crassifìa dice, a sentì lorolì, che l'Ascoli ha vinto ir campionato ma che di siùro primo arriva ir Pisa. Sempre a sentì l'intenditori ir Pisa c'ha una squadra d'artra categoria e di siùro, per questo 'un bisogna capicci dimòrto, ir Presidente e tutti i su' sponzor quest'anno ar momento der mercato 'un sono stati a guarda' come succedeva l'artr'anni.
Ma ir tempo passa e ir Pisa stenta parecchio, i su' fenomeni tartagliano in campo, Pierino, guai a chi lo tocca, le prova tutte e tutte le settimane tira fòri una formazione nòva per vede' se alla fine azzecca vèlla giusta. Ma nulla. Ir primo posto è lontano nove punti, ir seòndo posto 5 punti e ir terzo un punticino occupato dalla Reggiana con cui bisognerà reuperà vèlla famosa partita che misero in programma una sera buia e tempestosa. Ora va da sé che ir reupero còlla Reggiana vada vinto, ma va artrettanto da sé che anche i preioffe (malidetti loro 'un li sopporto più) vanno 'onquistati 'olle vittorie e poi . oimmena … andrebbero anche vinti. Vante 'ose c'è da fa' eh ?
Fin'a oggi se n'è sentite di tutti i 'olori :
prima era la piazza che aveva troppe pretese,
i gioatori sentivano troppa pressione (e meno male era gente d'esperienza),
poi la piazza c'aveva poo entusiasmo e a avello saputo Pierino dice 'e sarebbe stato anche a casa,
poi, vando invece lo stadio si riempie in casa e, quando vogliano anche fòri, e la squadra pareggia a pontedera e perde con l'Ascoli ma ni batte le mani lo stesso sortano fòri i discorzi di vèlli 'e sanno tutto ma 'un lo possano dì ma invece stavòrta lo vogliano dì e sicchè via còr solito personaggio (chiappate fiato perchè ir ragionamento è lungo e senza interruzioni sennò si perde ir filo) che dice di 'onosce ir cugino dello zio della sòcera di vèllo che era presente mentre ir presidente diceva ai senatori di dì' all'allenatore che fòrze è meglio se si leva di 'ulo ma che invece i senatori come ponziopilato 'un potevano fallo perchè c'avevano da lavassi le mani 'or sapone e allora ir presidente che 'un c'aveva ir coraggio di fallo perchè sennò ni 'ostava troppi varini e di varini n'ha già spesi troppi, inviava a smoccolà e a pesta' i piedi per terra nella speranza che quell'artro se n'andasse dassèssòlo senza chiede' i varini, così come fece ir diesse cuordileone tempofa. E ar campo i gioatori (dice sempre vèllo 'e le sa tutte) paiano sfavati e l'allenatore più di loro e stai a vede' che sabato sera a Grosseto se ne chiappa vattro e l'allenatore a quer punto lo devano manda' via per forza sennò foo. Ma sòrte fòri la famigerata clausola antiesonero e tutti doventano esperti di 'ontratti e sanno chi ha firmato, quando ha firmato, con che mano ha firmato e in che barre ha firmato, còr benepracito der barrista procuratore. E la società non conferma né smentisce che 'un si 'apisce se a questi discorzi uno di debba crede' oppure no. Boh !?
Ner dubbio ognuno c'aggiunge der suo e la soppòpera nerazzurra entra ner vivo.
Oimmei.
Ma potevo ave' l'hobby d'anda' a cammina' per i monti e raccoglie' le foglioline e l'erbette rare ?
Ora voglio vede' sabato sera a Grosseto 'osa succede eh ? La suspanz è arta e le domande son parecchie. La prima fra tutte : chi gioerà ? E poi : come si gioerà ? Mìa ir modulo eh ? Vèllo ormai 'un ci si 'apisce più nulla, anche se l'esperti s'aggrovigliolano co' numeri. Ma si gioerà bene ? Si fara' gò ? Ci s'ha un attacco nemmeno Gundamm e l'attaccanti inviano a segna' appena vanno via da Pisa.
Gnamo bimbi, vediamo intanto di chiappa' a pallonate ir Grosseto di Camilli che gode come un miccio a vede' ir Pisa fa' queste figure e a sentiì tutti vèsti discorzi.
Se si vòle continua' a sogna' in quella 'osa 'e comincia e finisce per B bisonnia vincelle tutte una alla vòrta.
Gnamo Pisa !!


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI