Avellino, mister Novellino: "Affronteremo una partita difficile, il Pisa ci starà aspettando"

di Claudia Marrone
articolo letto 931 volte
Foto

Conferenza stampa di mister Walter Novellino in casa Avellino, squadra ormai prossima all'arrivo a Pisa, dove domani si giocherà il turno pasquale del campionato di Serie B. Come riporta il sito tuttoavellino.it, il tecnico affronta in immediato la settimana che si è vissuta in terra irpina:

"E’ stata una settimana particolare, sono molto dispiaciuto per la penalizzazione, ci siamo visti togliere tre punti anche se la nostra società non c’entra nulla. Affrontiamo una partita difficile, il Pisa ci starà aspettando. Conosco Gattuso, è stato mio calciatore nel Perugia. Abbiamo il dovere e la carica giusta per poter offrire una grande prestazione. So di affrontare una squadra che ha degli uomini importanti e la cattiveria agonistica. Conoscendo la razionalità di Gattuso, penso che il Pisa partirà forte, aggredendoci. Ma noi siamo consapevoli della nostra forza. Troveremo un ambiente caldo, ma siamo abituati al caldo. Viviamo ad Avellino"

Sull'aspetto mentale della squadra: "Avremmo potuto ambire a qualcosa di diverso e siamo consapevoli della situazione. Vorrei che la squadra lo capisse. Non è una gioia non aver incassato sette punti, assolutamente. Voglio una squadra cattiva, ma allo stesso tempo serena. Con l’autostima di quello che abbiamo fatto finora. Siamo la quarta, quinta squadra migliore del girone di ritorno. E ci siamo riusciti grazie al nostro carattere".

Ma qualche problema lo presente l'infermeria: "Non ho soltanto il problema D’Angelo, ma è in dubbio anche Migliorini, che ha avuto un piccolo problema fisico. Il capitano ha svolto allenamento ieri dopo giorni di fermo. Vediamo cosa mi dirà lo staff tecnico. Una settimana passata a letto non può essere subito smaltito"

Conclude con qualche nota sul possibile undici: "Lasik centrale? No, è un portatore di palla, a me piacciono i mediani in mezzo al campo. Oltre a Castaldo, abbiamo anche Eusepi e Verde. Castaldo si è tolto un peso enorme, ma deve essere libero a prescindere, perché non c’entrava nulla in questa vicenda. Se giocherà lui o Eusepi lo deciderò domani. Eusepi mi dà qualcosa in più sul lato caratteriale, Gigi sul lato tecnico. Anche Belloni lo vedo in forma, ho bisogno di gente che corre. Affrontiamo una squadra all’ultima spiaggia? Allora voglio calciatori che mi saltano l’uomo".


Guarda le foto sul profilo Instagram
Commenta le notizie sulla nostra pagina Facebook
Seguici su Twitter
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI