Lo stadio “Marcello Melani” di Pistoia

di Nicolò Gambassi
articolo letto 357 volte
Foto

Il “Melani” è il principale impianto di Pistoia in cui disputa le proprie gare casalinghe la Pistoiese guidata per questa stagione da Paolo Indiani. Lo stadio, originariamente denominato Comunale è stato costruito nel 1966 e in precedenza gli arancioni disputavano le proprie gare casalinghe al campo di Montoliveto: l'ultima gara disputata proprio in questo impianto fu Pistoiese-Siena del 15 giugno 1966. Dieci giorni dopo venne inaugurato il nuovo impianto con una gara che vide affrontarsi una rappresentativa toscana e i brasiliani del Vasco de Gama al termine vittoriosi per 5 a 0. La Pistoiese invece giocò la prima gara all'interno del nuovo stadio il 7 settembre contro gli slavi del Krusevac in occasione del gemellaggio delle due città.

Inizialmente lo stadio comprendeva anche una pista di atletica e gli spalti erano composti solo dalla tribuna coperta e dalla gradinata, mentre le due curve vennero costruite solo in seguito. La Curva Nord, che ospita i tifosi locali, presenta un'ampia copertura che venne realizzata in occasione del ritorno degli arancioni in serie A nel 1980, mentre la Sud è stata più volte rifatta: la versione attuale in tubi metallici risale al 1999, giorno dell'inaugurazione avvenuta nella gara contro l'Empoli.

Lo stadio è intitolato a Marcello Melani, storico Presidente degli arancioni, soprannominato “il Faraone” che trascinò alla promozione in massima serie appunto nel 1980 e scomparso nel 2002. Melani fece effettuare alcuni lavori di ristrutturazione allo stadio portandolo a una capienza di oltre 25.000 posti, oggi ridotti ad appena 9.500 in seguito alle nuove norme in tema di sicurezza emanate nel 2009.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy