Piero Camilli: "A Pisa non è difficile fare una squadra forte"

di Marco Pieracci
articolo letto 2131 volte
Piero Camilli
Piero Camilli

Dalle colonne de Il Messaggero il patron della Viterbese Piero Camilli presenta la sfida con il Pisa: "Il risultato non è pronosticabile perché il Pisa è una squadra forte. Ma a Pisa fare una squadra forte non è difficile, dato che per ogni partita casalinga possono vantare circa 6.000 spettatori sugli spalti a confronto dei circa 1.000 che facciamo noi. Se confrontiamo gli incassi, quindi, i valori sono molto diversi. Ormai sono anni che parliamo di questo fenomeno, ma tanto il risultato a Viterbo non cambia. Fare calcio a Viterbo è impossibile, me lo avevano già fatto notare e adesso mi convinco sempre di più che è proprio così. Ora dico basta. Quando sono arrivato io non c'era niente, proveranno a fare una Serie C a salvarsi con della gente locale. Comunque adesso pensiamo alla partita con il Pisa".


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy