Com'è nato l'amore per il Pisa? Colpa della lotta al vertice col Torino

di Lorenzo V.
articolo letto 729 volte
Foto

"Qual è stata la prima partita del Pisa che hai visto dal vivo? Che emozioni hai provato? Con chi eri? Qual è stato il tuo primo idolo?" Toccherà a voi tifosi raccontarci come è nato l'amore per il Pisa inviandoci il racconto al nostro indirizzo mail redazione@tuttopisa.it. Settimanalmente pubblicheremo le vostre storie più belle ed appassionanti da condividere con tutto il popolo nerazzurro. Se volete potete anche allegare alcune foto riguardanti il vostro racconto

Questa la storia di Sandro Cartei

"Domenica 11 marzo 1990. 
Quel giorno a pranzo da noi c'era la cugina di mio padre con suo marito (Mario). Loro abitavano vicino a Ponsacco ma lui era abbonato in curva nord ed era sempre presente alle partite in casa. Io avevo poco piu' di 7 anni e fino a quel momento ero entrato pochissime volte all'Arena...solo un paio di volte e gli ultimi 10 minuti di partita quando aprivano i cancelli e si poteva entrare dalla tribuna inferiore. Da li,' attaccato al vetro dietro alle panchine, i giocatori mi sembravano dei giganti e lo stadio mi sembrava gigante...cominciai a capire che noi eravamo i nerazzurri...e dal lì cominciai a collezionare tutte le domeniche mattina in edicola le Figurone/Poster dei giocatori: Simoni, Cavallo, Lucarelli, Argentesi....Been, Dolcetti, Incocciati, Piovanelli...(piccolo particolare: l'edicola del mio paese, Pappiana, era di proprietà della mamma di un certo Enea...che tutte le volte mi diceva che suo figlio era già dalle 11 di mattina in curva a preparare le coreografie...e io mi chiedevo :cosa saranno mai 'ste coreografie?!)
Mentre pranzavamo alla tv facevano vedere la classifica di serie B: Pisa primo a pari punti con il Torino...e Mario mi disse:dai oggi è importante dovete venire anche voi!
Così andammo: mi ricordo la fila al botteghino della nord con Mario che si raccomandava a mio padre di non farmi il biglietto e di dire che avevo meno di 6 anni così non pagavo...poi la nord, piena zeppa, si faceva fatica a salire le scalette e ci mettemmo in cima in cima così anch'io vedevo meglio. Formazione: Simone Cavallo Lucarelli Argentesi Calori Boccafresca Dolcetti Cuoghi Incocciati Been Piovanelli.
Li riconoscevo quasi tutti i giocatori grazie alla collezione dei poster e dopo pochi minuti gran gol di Been da fuori aerea e una bolgia intorno a me..."e chi non salta è un livornese...oh oh oh oh oh oh..."con Mario che mi tirava su' per le braccia per farmi saltare ma io non capivo (giochiamo contro il Licata, non contro il Livorno)...dopo pochi anni ho capito tutto. Poi 1 a 1, poi 2 a 1 e 3 a 1 per noi...cori, tamburi, gente felice...da quella domenica in poi a mio padre è toccato portarmici tutte le partite...ed ora che ho 34 anni sono fiero di portare sul polpaccio un tatuaggio con un galeone e la croce pisana sulla vela centrale e alla domanda: per squadra sei? rispondere... del PISA!
 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI