Corre, lotta e segna: Masucci è una certezza

di Marco Pieracci
articolo letto 1081 volte
Foto

E' stato l'acquisto più importante dell'ultimo calciomercato invernale del Pisa ma non fu sufficiente ad evitare la retrocessione. Un anno dopo Gaetano Masucci è ormai un punto di riferimento, in campo e nello spogliatoio. Dal suo arrivo si sono alternati tre tecnici (Gattuso che mise il suo nome in cima alla lista dei rinforzi, Gautieri e adesso Pazienza) e nessuno ha rinunciato al suo contributo che va oltre l'aspetto puramente realizzativo. Masucci non è mai stato un bomber da doppia cifra e forse non lo sarà mai ma ha caratteristiche peculiari, difficilmente reperibili. Un attaccante intelligente tatticamente, che sa spingersi come pochi negli spazi, rendendo la vita più semplice anche a chi gli sta accanto. Il gol che ha deciso l'ultimo derby in questo senso è un manifesto: scatto bruciante sul filo del fuorigioco e assist, con i tempi giusti, per il comodo tap-in di Eusepi. Sua la prima rete nerazzurra di questo campionato con la Viterbese, seguita da due centri contro Alessandria e Carrarese; quest'ultima di testa. Già, perchè, nonostante non sia propriamente un gigante, la sua esplosività lo rende uno dei migliori staccatori in rosa.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy