La Serie C finalmente torna alla normalità: ma ora inizia un "tour de force" con ben 17 gare da recuperare

di Maurizio Ribechini
articolo letto 1019 volte
Foto

La sentenza del TAR di ieri che ha deciso la permanenza in Serie C della Virtus Entella pone fine a dei mesi paradossali che mai prima di ora si erano vissuti nel calcio italiano. Essa fa il paio con quella arrivata a fine ottobre nel quale venivano fatte tramontare le speranze di ripescaggio in Serie B anche di Novara, Pro Vercelli e Robur Siena. Tutte queste squadre ora fanno parte quindi anche di diritto, oltre che di fatto, del girone A di Serie C. Il campionato torna alla normalità: finalmente adesso è chiara e definita l'identità di tutte le partecipanti a un torneo che, sul campo, è ormai iniziato da quasi due mesi.

Un periodo di tempo nel quale ci sono state numerosissime partite rinviate da parte delle autorità calcistiche e che ora le squadre coinvolte (e le loro avversarie) dovranno pian piano recuperare, dando vita a un vero "tour de force" che sicuramente si concluderà non prima dell'inverno inoltrato: sino ad allora la classifica sarà sempre virtuale. Complessivamente in queste 10 giornate di campionato, al netto di quelle recuperate ieri sera o in precedenza, sono state rinviate ben 17 partite. Si pensi che attualmente ci sono soltanto cinque squadre che hanno giocato regolarmente tutti i propri impegni in calendario: Carrarese, Arezzo, Juventus Under 23, Gozzano e Albissola.

La squadra maggiormente coinvolta nei recuperi è ovviamente la Virtus Entella, che avendo giocato solo due gare, ne dovrà recuperare ben 8 (la prima questa sera contro l'Arzachena): i liguri hanno davanti a sé dei mesi molto impegnativi sul piano fisico e nervoso. Dietro troviamo la Por Vercelli che (dopo quella giocata ieri sera ad Arezzo) ha ben altre 4 gare ancora da recuperare. Ci sono poi altre tre società (Novara, Pro Piacenza e Robur Siena) che hanno 3 partite da recuperare ciascuna. 

Ci sono inoltre diverse squadre che hanno 2 gare da recuperare: si tratta di Piacenza, Pistoiese e Arzachena. Infine vi sono molte squadre che devono recuperare una sola partita, si tratta di Pisa, Alessandria, Olbia, Pro Patria, Pontedera, Cuneo e Lucchese.

Insomma, dopo mesi di incertezze e diatribe che hanno disturbato sul piano nervoso e psicologico i calciatori, le prossime settimane in Serie C saranno estenuanti sotto un altro aspetto, quello fisico e atletico.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy