Le pagelle di Cremonese-Pisa

di Andrea Chiavacci
articolo letto 2797 volte
Foto

Cuore, grinta, umiltà, spirito di sacrificio. Il Pisa batte ai rigori anche la Cremonese e passa al terzo turno di Coppa Italia, dove domenica sfiderà il Parma allo stadio Tardini. Un 3-3 ricco di emozioni e davvero rocambolesco. I nerazzurri sembrano sempre sul punto di cedere ma restano in piedi grazie soprattutto a uno straordinario Campani. Di Zammarini, anche lui tra i migliori, Masucci e Cuppone i gol. Dal dischetto anche stavolta non sbaglia nessuno. Grandi difficoltà in difesa, ma senza giocatori di ruolo questa sofferenza era prevedibile. Il Pisa è ancora un cantiere aperto ma lo spirito sembra quello giusto. La squadra di D'Angelo si prende i suoi rischi ma almeno prova a verticalizzare e allargare il gioco, mostrando una buona dose di coraggio. 

Campani 8,5: subisce tre gol ma anche stasera il quasi 18enne numero uno è l’eroe nerazzurro. Sfodera prodezze in serie compreso un salvataggio alla Ed Warner ( chi è pratico di cartoni animati capirà) su Strefezza. Ma la cosa più bella è l’uscita senza paura sui piedi di Greco. Si traveste anche da uomo assist con il lancio per il gol di Cuppone, poi dagli undici metri ipnotiza Brighenti. Superlativo.

Birindelli 6: fa quel che può giocando centrale. Dalle sue parti sfondano spesso Castrovilli e Migliore che nel primo tempo lo mettono in grande difficoltà. Commette il fallo da rigore e si fa anticipare sul secondo gol grigiorosso. Nella ripresa fa un paio di recuperi importanti (73' Bechini 6: entra nel momento più difficile. Soffre ma tiene botta fino al gol finale di Castagnetti che manda le squadre ai rigori).

De Vitis 6,5: per lui il compito è ancora più difficile, ma anche stavolta lo supera bene. Stringe i denti e porta in fondo la gara e va di nuovo a segno nella serie finale.

Meroni 6: non ancora al meglio dal punto di vista fisico. Soffre Croce nel primo poi cresce. Esce per crampi in un momento cruciale del match (77' Nacci 6: un ingresso fatto di generosità per un ragazzo che ha sempre trovato poco spazio).

Zammarini 8: un bel gol in avvio, poi tanta corsa e buone giocate. Anche lui è fuori ruolo ma si adatta bene. Un salvataggio in rovesciata tiene a galla il Pisa.

Izzillo 6: più adatto ad offendere che a fare filtro a centrocampo. Del resto neppure lui ha doti di incontrista, doti che servono a questa squadra (95' Cuppone 7: entra e segna con uno splendido pallonetto, Bravo anche dagli undici metri )

Gucher 6: alterna buone cose ad errori banali. Il centrocampo va spesso in difficoltà, ma quando viene isolato non può reggere la baracca da solo. Dopo l’infortunio di Meroni si sacrifica in difesa.

Di Quinzio 6: sembra sempre avere il colpo in canna, ma spesso ritarda le conclusioni. Qualche guizzo ma incide meno rispetto a domenica scorsa.

Lisi 7,5: mette lo zampino sia sul gol di Zammarini che su quello di Masucci, quando vince un rimpallo con Magos. Mette in mezzo un pallone velonoso all’inizio dei supplementari, dove però non arriva nessuno. Velocità e qualità.

Moscardelli 7: fa reparto da solo. Attira a se tanti avversari e sa come servire i compagni. Stavolta non segna ma il suo lavoro è fondamentale. Freddo come sempre dal dischetto.

Cernigoi 5,5: due buoni scambi in avvio poi esce di scena (59' Masucci 7: segna subito con un pizzico di fortuna, poi si sacrifica molto e segna anche un rigore pesante nella serie finale dagli undici metri)

Cremonese: Radunovic 5,5; Mogos 5,5 , Claiton 6, Kresic 5, Migliore 6,5: Arini 6,5 (95' Boultam 5,5), Castagnetti 7, Croce 6,5 (95' Greco 6); Carretta 6,  Montalto 6 (77' Brighenti 5,5), Castrovilli 7(65' Strefezza 6). 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy