Serie C, il quadro sui play-off: colpo del Novara. Che flop Siena, Vicenza e Casertana

di La Redazione
Vedi letture
Il gol di Cacia
Il gol di Cacia

Si è concluso il primo turno dei play-off in Serie C che metteva di fronte 6 squadre per ognuno dei 3 gironi. Sono 9 dunque le squadre che accedono alla fase successiva nella quale entreranno in gioco le quarte classificate che è in programma per mercoledì 15 maggio. Si gioca sempre in gara unica ed in caso di parità al 90' passa la miglior classificata (quindi la squadra che gioca in casa).

Nel Girone A il risultato più sorprendente, e probabilmente l'unico colpo di scena, con il Novara che grazie ad un gol di Cacia vince a Siena ed elimina i bianconeri dagli spareggi promozione. Vincono ma in maniera più sofferta rispetto a ciò che potrebbero raccontare i punteggi sia la Pro Vercelli, che batte 3-1 l'Alessandria, che la Carrarese vittoriosa per 2-0 sulla Pro Patria. Adesso toccherà all'Arezzo scendere in campo ospitando il Novara mentre invece l'altra sfida vedrà di fronte Pro Vercelli e Carrarese in Piemonte.

Nel Girone B il Monza regola la pratica Fermana imponendosi 2-0 (Marchi e Reginaldo in gol), il SudTirol elimina la Sambenedettese mentre sotto il diluvio finisce 1-1 tra Ravenna (gol dell'ex nerazzurro Nocciolini) e Vicenza con i biancorossi veneti che dicono addio ai sogni di gloria confermando la propria stagione deludente. In questo raggruppamento mercoledì sarà la volta della Feralpisalò che riceverà il Ravenna mentre il quotato Monza giocherà in casa contro il SudTirol.

Nel Girone C forse qualcuno ipotizzava il colpaccio della Casertana dei big Vacca e Castaldo: niente di tutto ciò dato che a Brindisi (su un campo in condizioni a dir poco disastrose) la Virtus Francavilla alimenta il sogno grazie ad un gol del proprio capitano Partipilio. Termina a reti bianche la sfida tra la sorpresa Potenza Rende con i lucani che accedono alla fase successiva grazie al miglior piazzamento. Equilibratissima anche la sfida tra Reggina Monopoli con i calabresi che, in un "Granillo" gremito (14 mila presenti), a dieci dalla fine grazie ad Ungaro acciuffano il pari che vale la qualificazione. Adesso big-match infuocato al "Cibali" tra Catania e Reggina mentre il Potenza ospiterà la Virtus Francavilla.