Corte Federale d'Appello: ridotta la penalizzazione dell'Avellino

di La Redazione
articolo letto 1362 volte
Foto

La Corte Federale d'appello, riunita a sezioni unite, ha ridotto da 18 a 6 mesi la squalifica di Armando Izzo, difensore del Genoa, con l'ammenda che passa da 50 mila a 30 mila euro.  Izzo era stato punito lo scorso 12 aprile dal Tribunale Nazionale Federale nell'ambito del processo sportivo sul calcioscommesse relativo alle presunte combine delle partite Modena-Avellino del 17 maggio 2014 e Avellino-Reggina del 25 maggio 2014. Izzo, oggi tesserato per il Genoa, era accusato di associazione finalizzata ad alterare i risultati delle partite (articolo 9 del codice di giustizia sportiva) e per lui la Procura federale aveva chiesto addirittura una squalifica di 6 anni. Parzialmente accolto anche il ricorso dell'Avellino, la cui penalizzazione passa da 3 a 2 punti, e quello dell'ex giocatore degli irpini Francesco Millesi la cui inibizione e' stata ridotta da 5 a 3 anni, con l'ammenda che passa da 50 mila a 20 mila euro. 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI