Il Pisa e la Coppa Italia: la delusione del 2011-2012

di Lorenzo V.
articolo letto 1079 volte
Foto

Dopo che, nell'ultima rubrica, abbiamo visto l'ultimo successo del Pisa in Coppa Italia di Lega Pro, andiamo a vedere quando, recentemente, è andato più vicino a rivincerla. Bisogna tornare indietro alla stagione 2011-2012 quando il Pisa allenato da Dino Pagliari partì dal primo turno di Coppa Italia il 7 agosto contro il Sibilla Bacoli: un rigore di Carparelli a fine del primo tempo, un gol di Favasuli e uno di Obodo nel recupero risolsero la pratica facendo accedere i nerazzurri al secondo turno dove avrebbero incontrato il Cittadella. Partita ricca di significato, non tanto per l'avversario comunque di categoria superiore, quanto perchè la vincente di questa sfida avrebbe affrontato la Fiorentina e per il Pisa avrebbe significato ritrovare un derby molto sentito dopo un po' di anni. Al termine di una gara tiratissima e ricca di emozioni sono i veneti a passare, ma i nerazzurri escono con l'onore delle armi. Pisa in vantaggio con Carparelli al 21' ripreso però da un'autorete di Raimondi 10 minuti dopo. Poco prima dell'intervallo Tremolada riporta ancora avanti il Pisa che si fa raggiungere al 12' da Schiavon. La partita non si sblocca e le due squadre vanno ai supplementari dove al 3' del secondo tempo Martinelli sigla la rete decisiva (molto discussa perchè la palla non sembra completamente entrata) contro un Pisa che comunque ce l'ha messa davvero tutta. I nerazzurri quindi scendono nella Coppa Italia di Lega Pro dove al primo turno devono affrontare la trasferta di Gavorrano risolta al 19' da un rigore di Leo Perez. Al secondo turno arriva un avversario prestigioso come il Perugia, regolato però con un perentorio 2-0 grazie all'autorete di Giuliacci e al gol di Nicastro. Quindi è il turno di un mini girone a 3 con Latina e Virtus Lanciano: dopo la vittoria dei rossoneri nella prima sfida contro il Latina, i nerazzurri vanno a vincere proprio in casa dei pontini per 0-3 con la doppietta di Gatto e il gol di Obodo tutti nel primo tempo. Luca Strizzolo invece, con un gol al 75', piega la Virtus Lanciano nell'ultima sfida del girone. Le semifinali vedono i nerazzurri opposti alla Tritium battuta all'andata in trasferta 2-1: apre Perez, pareggia il futuro nerazzurro Suagher, ma all'83' Tulli mette una seria ipoteca sull'accesso in finale. Nella gara di ritorno dell'Arena infatti basta una rete di Carparelli a pareggiare quella si Spampatti per dare alla sua squadra la finale contro un avversario ostico come lo Spezia. I nerazzurri, passati intanto sotto la guida di Alessandro Pane, riescono nell'impresa di andare a vincere al “Picco” nella gara di andata con la rete al 16' di Tulli. Al ritorno, davanti a quasi 6000 spettatori, Favasuli fa illudere i nerazzurri, beffati poi dalla doppietta di Guerra che regala la coppa ai liguri in virtù delle reti in trasferta. Tanta amarezza per i nerazzurri per un'occasione letteralmente buttata alle ortiche.  




Altre notizie
Martedì 15 Agosto
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI